Il fallimento dell’affare Bitcoin mette due indiani sotto la custodia della polizia

  • Beitrags-Autor:
  • Beitrags-Kategorie:Bitcoin

Due cittadini indiani, Ramesh Reddy e il suo amico Prabakaran sono ora in custodia di polizia. Il duo è stato arrestato per aver reagito in modo eccessivo, fino a minacciarlo ed estorcerlo, a causa di un accordo Bitcoin fallito. Un notiziario locale, New Indian Express , ha riportato l’incidente giovedì.

False offerte di Bitcoin

Come narrato dalla polizia locale nel rapporto, Ramesh, che è un distributore di medicinali ayurvedici a Bengaluru, è stato contattato da un presunto truffatore, che si è presentato solo come Naresh. Ha affermato di essere in possesso di Bitcoin per un valore di circa $ 4,4 milioni (crore di Rs 33). Tuttavia, ha detto a Ramesh che quei fondi sono negli Stati Uniti e gli darà una commissione se potesse aiutarlo (Naresh) a spostare i fondi in India.

Adyar DCP V Vikraman ha precisato che „[Naresh] ha promesso il 50 per cento di quei soldi a Ramesh, solo se avesse trovato una persona in grado di convertire la valuta online in rupie indiane“. A quel punto, Ramesh ha contattato il suo amico immobiliare, Prabakaran, su come eseguire l’affare Bitcoin. Successivamente hanno contattato e convinto un tecnico di Chennai, Mohan, ad aiutarli a ritirare i fondi a Indian.

Ramesh e il suo amico hanno promesso a Mohan una commissione dell’uno percento (cioè Rs 33 lakh o $ 44.656) per aprire un portafoglio elettronico attraverso il quale verranno trasferiti i Bitcoin. Il denaro non poteva essere trasferito direttamente a Indian perché dal momento che era negli Stati Uniti, quindi Mohan ha dovuto creare un account nel Regno Unito per trasferirsi e prelevare il denaro da lì. Tuttavia, l’intero sforzo per eseguire l‘ affare Bitcoin è andato male quando il denaro è improvvisamente svanito, senza raggiungere il Regno Unito né tornare indietro.

Un triste finale

Mohan si è quindi reso conto che i conti del portafoglio elettronico, „Swift Global Pay“ e „Insta Merchant Pay“, erano fraudolenti. Naresh, che ha fatto l’intera proposta, era un imbroglione.

Sia Ramesh che Prabakaran non credevano all’esito dell’accordo di Bitcoin, quindi iniziarono a minacciare Mohan, che doveva ripagare loro i soldi mancanti dai soldi presi in prestito usando i gioielli di sua moglie. Anche in questo caso, il duo ha continuato a minacciare Mohan, che in seguito li ha denunciati alla polizia, portando all’arresto di Ramesh e del suo amico.